Servizi inclusi:
posto barca sempre in acqua al pontile, consumi acqua, luce, posto auto all’interno della struttura e accesso alle toilette con docce.

Fino a 5,00

2.000,00

€ IVA inclusa

7,00 x 2,40

2.550,00

€ IVA inclusa

9,00 x 3,00

3.700,00

€ IVA inclusa

11,00 x 3,80

5.000,00

€ IVA inclusa

12,00 x 4,10

5.600,00

€ IVA inclusa

16,00 x 4,70

10.900,00

€ IVA inclusa

Fino a 6,00

2.300,00

€ IVA inclusa

8,00 x 2,70

3.000,00

€ IVA inclusa

10,00 x 3,60

4.400,00

€ IVA inclusa

13,00 x 4,20

6.400,00

€ IVA inclusa

14,00 x 4,30

7.900,00

€ IVA inclusa

14,00 x 4,30

7.900,00

€ IVA inclusa

Posto in secca

Modo d'acqua

1.100,00

€ IVA inclusa

Le metrature indicate si riferiscono alla lunghezza e alla larghezza dell’imbarcazione incluse tutte le sporgenze, come: motore, plancetta di poppa, gruppo poppiero, delfiniera, tientibene, pulpito di prua e di poppa.

  1. L’accettazione dell’imbarcazione da parte del cantiere comporta il diritto dell’utente di occupare il posto barca e di attraccare al pontile al posto assegnato.

  2. La tariffa costituisce esclusivamente compenso per tale occupazione e dovrà essere pagata anticipatamente per tutta la durata del periodo convenuto: l’ammontare del corrispettivo verrà determinato caso per caso in relazione alla dimensione dell’imbarcazione (rif. listino prezzi). L’abbandono in cantiere dell’imbarcazione con tutti gli accessori per periodi più o meno lunghi è ad esclusivo rischio del proprietario o di chi, a qualsiasi titolo, conduca l’imbarcazione in cantiere, essendo escluso ogni e qualsiasi obbligo di custodia a carico del cantiere, che si limita a fornire lo spazio barca e la possibilità di attracco e non si assume alcuna responsabilità per la custodia dell’imbarcazione.

  3. Tutte le eventuali prestazioni che fossero richieste dal cliente, sia di alaggio/varo arrivo e partenza che quelle di assistenza allo scafo e ai motori verranno computate a parte.

  4. La stagione nautica ha durata dal 1 Aprile al 30 Settembre di ogni anno.L’orario di apertura del cantiere è previsto come segue: 8:00 – 20:00. L’orario in cui saranno erogati i servizi previsti dal cantiere saranno: 8:30 – 12:00 13:30 – 18:00.Dal 1 Ottobre al 31 Marzo di ogni anno, l’orario di apertura del cantiere è previsto come segue: 8:30 – 17:00. L’orario in cui saranno erogati i servizi previsti dal cantiere saranno: 8:30 – 12:00 13:30 – 17:00.Si precisa inoltre che il cantiere rimarrà chiuso dal 15 Dicembre al 15 Gennaio.

  5. Il cantiere risponde soltanto dei danni avvenuti durante le operazioni di alaggio o le manovre a terra effettuate esclusivamente dagli operai addetti del cantiere, e a tale scopo autorizzati (sempre se il cliente sia in regola col pagamento del posteggio). Sarà invece cura del cliente assicurare l’imbarcazione per i danni da furto, atti vandalici, incendio e calamità naturali.

  6. Sull’imbarcazione sussiste il diritto di ritenzione a garanzia di tutti i debiti del cliente, oltre al diritto di Cm Nautica Srl di agire in giudizio per ottenere l’adempimento del proprio diritto di credito.

  7. In caso di alienazione dell’imbarcazione il diritto di occupare il posto barca non può essere trasmesso al terzo acquirente, riservandosi il cantiere di stipulare o meno con quest’ultimo un nuovo contratto.

  8. Il cliente che abbandona in cantiere l’invasatura o il carrello dell’imbarcazione portata altrove dovrà corrispondere per l’occupazione dello spazio la somma di € 50 mensili.

  9. Non si restituiscono somme già versate per posteggi non utilizzati.

  10. La disdetta del posto barca deve essere comunicata per iscritto reciprocamente 90 giorni prima della data di cessazione.

  11. Il presente regolamento deve essere indistintamente osservato da tutti i clienti, loro invitati e da tutte le persone che, per qualsiasi motivo, entrino nell’area del Centro Nautico. Sono considerati Clienti solo coloro che sono in regola con i pagamenti. I Clienti e la loro famiglia hanno diritto di usufruire delle docce e dell’area break.

  12. Durante il rimessaggio invernale, tutti i clienti sono tenuti a lasciare meno benzina possibile nei serbatoi; il cantiere, per ragioni imposte da motivi di sicurezza, è sin d’ora espressamente autorizzato dal cliente a procedere alla eliminazione del carburante presente. In tal caso, la benzina andrà a fondo perso.

  1. I clienti sono tenuti a mantenere in Cantiere un contegno educato, corretto e irreprensibile sotto ogni aspetto. Saranno allontanate quelle persone la cui presenza o contegno non si addica al decoro della struttura. Nel caso si dovessero ripetere episodi contrari al decoro, alla buona educazione, al rispetto reciproco, il Cantiere avrà la facoltà di recedere in via immediata dal contratto stipulato col cliente, senza restituzione delle somme già versate e con la possibilità da parte del Cantiere di richiedere il risarcimento dei danni provocati.

  2. Gli invitati possono entrare e permanere nell’area del Cantiere solo se accompagnati dal Cliente, il quale deve assumersi la responsabilità del comportamento morale e materiale dell’invitato.

  3. È vietato ogni gioco o comportamento che per la sua rumorosità o pericolosità possa comunque recare disturbo agli altri Clienti.

  4. Il Cantiere non risponde di quanto dai clienti lasciato incustodito o a bordo di imbarcazioni.

  5. I Clienti dovranno posteggiare le automobili nel parcheggio dedicato a CM Nautica, debitamente indicato dall’apposita segnaletica. E’ vietato parcheggiare o sostare con l’auto nei posteggio coperto dal lunedì al venerdì; il sabato e la domenica è consentito il posteggio nel parcheggio coperto, all’infuori dei posti con la scritta Riservato.

  6. È vietato il parcheggio delle automobili degli invitati nel posteggio interno all’area di cantiere: gli ospiti sono pregati di utilizzare i parcheggi pubblici esterni.

  7. Per il raggiungimento del porto dal parcheggio interno dedicato a CM, è necessario utilizzare il camminamento pedonale.

  8. All’interno del porto sono ammessi esclusivamente animali domestici per il tempo necessario al loro imbarco o sbarco. Questi dovranno essere tenuti al guinzaglio e muniti di museruola se risultino pericolosi o molesti nel rispetto delle vigenti norme e, in ogni caso, sotto controllo e con tutte le precauzioni atte ad evitare che possano arrecare molestia o disagio. Non è consentito far passeggiare gli animali nel giardino. I proprietari sono tenuti alla raccolta delle eventuali deiezioni.

  9. È assolutamente vietato fumare nel capannone o sui pontili e sui piazzali cementati.

  10. È vietato sostare sotto la zona operativa della gru ed entrare in magazzino.

  11. Il Cantiere declina ogni responsabilità in caso di incidenti di qualsiasi natura per danni sia corporali che materiali. I genitori sono direttamente responsabili dei propri figli per i quali è consigliabile l’uso del salvagente.

  12. I reclami dei Clienti debbono essere rivolti esclusivamente alla Direzione, la quale prenderà i debiti provvedimenti.

  13. Nel Porto è dovunque vietato il getto o abbandono di rifiuti e oggetti di qualsiasi genere, di liquidi inquinanti, liquami, detriti o altro, anche se in piccole quantità o dimensioni. Per i rifiuti solidi, il Cliente deve preordinare la raccolta differenziata, separando i rifiuti ordinari ed alimentari, che vanno ben chiusi in sacchi di polietilene, dal vetro, plastica, carta e alluminio e quindi depositarli nei rispettivi cassonetti. I rifiuti tossici e nocivi (batterie esauste, oli usati, barattoli di vernice vuoti ecc.) devono essere trattati con la massima attenzione e rigorosamente depositati negli appositi contenitori speciali. In porto è vietato lo scarico di sentine e, in genere, il rilascio in acqua di qualsiasi liquido e/o sostanza, in particolari idrocarburi. In caso di versamento accidentale di idrocarburi in acqua, nei pontili o a terra, il responsabile deve immediatamente avvisare la Direzione del Porto, le imbarcazioni vicine e quanti si trovano sul luogo, anche ai fini della prevenzione incendi.

  1. All’interno del Porto è vietata l’attivazione di ogni fonte di rumore che non sia strettamente collegata alla movimentazione delle imbarcazioni o dei mezzi di trasporto, o alle necessità operative. I motori principali delle imbarcazioni, quelli ausiliari, i generatori e ogni altra fonte di rumorosità, devono essere spenti senza indugio, una volta assicurato l’ormeggio. Le prove tecniche e ricarica delle batterie, fuori della zona cantieristica e salvo casi di forza maggiore, possono essere compiute per un massimo di mezz’ora, nel periodo tra le 8,30 e le 19,00. La lotta contro gli incendi è assicurata, oltre che dalle dotazioni di sicurezza di bordo, dagli impianti portuali predisposti in conformità al piano antincendio del Porto. Le operazioni antincendio si svolgeranno sotto la Direzione dell’Autorità che si avvarrà anche della collaborazione del personale dipendente dalla Direzione del Porto all’uopo destinato per tale intervento. Le spese per tali operazioni sono a carico del Cliente responsabile, cui farà altresì carico l’eventuale risarcimento dei danni arrecati a terzi, agli arredi e alle attrezzature del Porto.

  2. In caso di inizio di incendio a bordo, sia l’equipaggio dell’imbarcazione colpita che quello delle imbarcazioni vicine, devono fare il possibile per lottare contro le fiamme avvisando nel contempo, coi mezzi più rapidi possibili (sirene di bordo, mezzi acustici, invio del personale agli uffici, ecc.), la Direzione del Porto che informerà l’Autorità e i VV.FF. In particolare, l’imbarcazione con fiamme a bordo, deve essere immediatamente isolata a cura del personale della Direzione e/o del Proprietario.

  3. Prescrizioni per i Clienti:

    • Le imbarcazioni ormeggiate devono osservare le seguenti disposizioni di carattere generale, fatta salva la facoltà della Direzione del Porto di chiedere l’intervento ispettivo della Autorità a bordo dei natanti e salva l’osservanza del piano antincendio e del piano antinquinamento portuale;

    • Prima della messa in moto del motore, l’utente deve provvedere alla areazione del vano motore e adottare tutte le precauzioni suggerite dalla tecnica marinaresca;

    • Ogni imbarcazione deve controllare, prima di ormeggiarsi, che non vi siano residui di perdite di idrocarburi in sentina e perdite degli stessi in atto;

    • Gli impianti elettrici di bordo devono sempre essere in perfetto stato di funzionamento e manutenzione;

    • Il rifornimento dei carburanti deve essere effettuato esclusivamente presso l’apposito centro di erogazione, nel rispetto della vigente normativa in materia.

    • I compartimenti di bordo contenenti le bombole di gas liquido, devono essere adeguatamente aerati;

    • Gli estintori di bordo devono essere conformi alla normativa in vigore, in numero adeguato e mantenuti in costante e perfetta efficienza;

    • Per ragioni di sicurezza non possono essere utilizzati a bordo in assenza di occupanti sistemi di riscaldamento con stufe elettriche o a gas, nè possono essere mantenuti accesi fuochi per uso cucina;

    • L’acqua corrente può essere mantenuta aperta solo per usi effettivi e in presenza dell’utente; per nessuna altra ragione può essere mantenuta aperta;

    • È vietato aprire, manomettere e/o modificare le colonnine di erogazione elettrica e idrica, nonché far correre tubi, fili e quant’altro in maniera stabile lungo banchine e pontili;

    • È vietato conservare a bordo contenitori di carburante non specificatamente omologati a tale scopo (latte, taniche,fusti);

    • È vietato appoggiare biciclette o altro alle colonnine e relative protezioni;

    • In tutto lo specchio acqueo è vietato lasciare in acqua qualsiasi tipo di “tender”;

    • In tutto lo specchio acqueo è vietata la balneazione;

    È vietato occupare superfici e pontili con imbarcazioni, attrezzi, materiali o contenitori di combustibili o materiali infiammabili;

    È vietato eseguire qualsiasi lavoro di riparazione, levigatura e verniciatura alle parti esterne delle unità stazionanti al posto di ormeggio o l’uso di altri apparecchi a elevato voltaggio che possano provocare rischi per l’incolumità delle persone o danni alle cose, con esclusione di quelle necessarie alla ordinaria manutenzione;

    • È vietato ormeggiare unità senza autorizzazione della Direzione del Porto.